Modalità di accesso visitatori/accompagnatori

atrio clinica città di parma

Alla luce dell’aumento dei contagi Covid-19, legati prevalentemente alla variante Delta, si ritiene necessario a tutela dei Pazienti e dei loro famigliari, nonché del Personale della struttura, regolamentare gli accessi dei visitatori/accompagnatori come segue:

L’ingresso di visitatori ai Reparti di degenza viene permesso nei casi di assoluta necessità, validata dai medici di Reparto; la persona autorizzata potrà accedere previa compilazione di autodichiarazione ed esecuzione di tampone antigenico rapido.

Nei casi di Pazienti che rimangono ricoverati più di sette giorni viene consentito l’ingresso di un visitatore ogni 5 giorni, sempre previa compilazione di autodichiarazione ed esecuzione di tampone antigenico.

Ciascun visitatore deve accedere all’unità di degenza dando evidenza di essere transitato dal punto di triage in ingresso e rispettando le normative e le indicazioni di comportamento fornite dal personale.

Il famigliare che accede al Reparto deve compilare il modulo di autocertificazione qui scaricabile.

Modulo di autocertificazione – accesso visitatori e accompagnatori

Accesso Accompagnatori Pazienti pediatrici

Nell’ambito della revisione organizzativa dell’accesso alle strutture ospedaliere prevista per l’emergenza COVID, relativamente ai Pazienti pediatrici è mantenuta la possibilità di permanere in modo continuativo vicino al minore; è però consentita la presenza di un solo genitore/altra persona di riferimento per ciascun minore ricoverato. Il genitore/persona di riferimento è tenuto ad osservare le medesime regole previste per i visitatori nei reparti.

Accompagnatori presso i servizi ambulatoriali e nel percorso preoperatorio

Per le aree di attesa dei servizi ambulatoriali non è di norma prevista la possibilità di permanenza degli accompagnatori. Le eccezioni riguardano i minori o le persone con disabilità fisica e/o cognitiva che richiedono il supporto di un caregiver. Gli accompagnatori ammessi devono sostare nelle aree di attesa per il tempo strettamente necessario rispettando le normative e le indicazioni comportamentali fornite dagli operatori.